venerdì 27 gennaio 2012

Archeofuturo

Chi conosce le mie passioni sonore e la mia musica sa che ho il chiodo fisso della ricongiunzione tra antico e futuro. Vivo in un rifiuto pasoliniano della modernità. perennemente a caccia di un avvenire che affondi nella tradizione ancestrale dei miei avi. E' per questo motivo che vi presento il primo dei work in progress di Salvatore Carannante; si tratta di registrazioni che Salvatore sta effettuando in uno degli angoli più carichi di storia e cultura in Italia: i Campi Flegrei, in provincia di Napoli. Queste terre sono state abitate da Greci e Romani che hanno lasciato segni indelebili e fantastici. Non solo architetture di pietra, ma anche Mito e Immaginario, che per quelli come me e Salvatore, non sono rovine ma fonte di vita. Salvatore usa oggetti riciclati, scarti di una civiltà di morte, riportandoli alla vita tramite il suono taumaturgico che viene restituito dai sacri templi insediati non lontano dalle porte dell'Ade.
Grazie Salvatore




Temple of Mercury from Salvatore Carannante on Vimeo.

sabato 21 gennaio 2012

Heritage: una raccolta di Andrea Arcella


La Bruits Netlabel ha pubblicato sotto la propria curatela una raccolta dei miei brani che ho rilasciato sotto licenza Creative Commons negli ultimi anni. Ringrazio Hervè, curatore della Bruits, per avermi chiesto di partecipare alla sua avventura. Chi non conoscesse i brani può scaricarli gratuitamente dalla pagina della Bruits, mentre per gli amici che già conoscono i brani segnalo la novità della raccolta che consiste nella copertina di questo disco virtuale. Si tratta di una splendida foto del mio amico Carlo Hermann, fotoreporter professionista, a cui mando il mio abbraccio. 

giovedì 19 gennaio 2012

Brutta musica


Un cosa veramente brutta. E' brutta perchè si spaccia la sonificazione per musica, è brutta perchè non c'è un progetto compositivo, è brutta perchè non c'è un'idea salvo la l'arbitraria associazione tra una scala e dei parametri fisici. E' brutta come la cosa di Bjork. E' brutta perchè dimostra ancora una volta che il problema della musica contemporanea non è il pubblico ma i musicisti e il sistema che gli gira intorno.
Mandala, la sinfonia del sistema solare | Personal Report

martedì 17 gennaio 2012

Scientists Create World's Tiniest Ear - ScienceNOW

Scientists Create World's Tiniest Ear - ScienceNOW

sn-nanoear.jpg


domenica 15 gennaio 2012

SILENCE Festival Internazionale di musica acusmatica - Leo Cicala interp...

Elettrosensi 2012


 Conservatorio di G.Verdi Como - via Cadorna, 4, 22100 Como
mercoledì 18 – giovedì 19 gennaio
ANDREA VALLE
RUMENTARIUM/OBJECTARIUM
“Un progetto di Computer Music Acustica” – seminario/installazione 
mercoledì 1 – giovedì 2 febbraio
mercoledì 18 – giovedì 19 aprile
ERALDO BOCCA
PROGETTAZIONE DI SISTEMI DI DIFFUSIONE“Altoparlanti e interazione con l’ambiente”  - workshop
martedì 16 – mercoledì 17 – giovedì 18 febbraio
MICHELE MARELLI
DER KLEINE HARLEKIN - seminario/masterclass/concerto
venerdì 9 – sabato 10 marzo
PAOLO ANGELI
LA CHITARRA SARDA PREPARATA - seminario/concerto
mercoledì 8 – giovedì 9 maggio
MIHA CIGLAR
SONIC BEAMS / ACOUSTIC SHADOWS
“Tactile feedback based on acoustic pressure waves” - seminario/performance
martedì 15 – giovedì 16 maggio
DANIEL DESHAYS
PER UNA SCRITTURA SONORA CINEMATOGRAFICA - seminario

venerdì 13 gennaio 2012

Silence - Festival Internazionale di Musica Acusmatica






Questo weekend a Bari un appuntamento importante per la musica elettroacustica, consolidato ormai da diversi anni. Si tratta di Silence - Festival Internazionale di Musica Acusmatica, promosso e organizzato dal Maestro Franco Degrassi. Una lunga selezione di brani acusmatici, tra cui il mio Identità, verranno eseguiti con la regia del suono a cura di Eric Broitman ( Motus) , Danilo Girardi e Leo Cicala ( Mare).
Riporto di seguito il comunicato con tutte le informazioni


Silence 
Festival internazionale di musica acusmatica
sabato-domenica 14-15 gennaio 2012 ore 20
Bari Cittadella Mediterranea della Scienza
via B.Accolti Gil 2 ( Zona industriale di Bari)


Una collaborazione tra l'associazione Musica & Arti Elettroniche (M.ar.e) di Bari, l'associazione francese Motus,il Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce, la Cittadella Mediterranea della Scienza di Bari, Radio Bari Città Futura


3 concerti a sera, con differenti programmi


Opere di autori italiani provenienti dalle Scuole di Musica Elettronica dei Conservatori di Musica di Catania, Frosinone,Genova,Latina,Lecce,Milano,Napoli,Salerno,Venezia
Opere di autori francesi, provenienti dai Conservatori di Parigi e Perpignano, e di autori giapponesi
provenienti dalle Università delle Arti
interpreti acusmatici Eric Broitman ( Motus) , Danilo Girardi e Leo Cicala ( Mare) 
cui si affiancheranno giovani provenienti dal Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce


Cuore del festival, come dal 2005 a Bari, il sistema di proiezione del suono, detto acusmonium,
composto da 40 altoparlanti e diretto mediante una consolle dagli interpreti acusmatici.


Sulle tematiche inerenti l'utilizzo di un acousmonium , nell'ambito del festival, domenica 15 gennaio ore 10-13 / 15-18, l'associazione Talkingthing organizza un workshop introduttivo con la partecipazione di Eric Broitman ( Motus).

Stop American Censorship

Negli USA si sta varando una legge, chiamata SOPA, che metterà un bel bavaglio sui contenuti culturali su internet. Il web americano è una fonte ricchissima per tutti, basti pensare ad ubuweb, se questa cosa passa sarà un bel guaio.
Maggiori informazioni su

lunedì 9 gennaio 2012

IBNIZ

Con somma gioia vedo che si moltiplicano i sistemi liberi per fare musica. Oltre agli ambienti già noti come Pure Data e Supercollider già ampiamente diffusi nella musica elettronica stanno nascendo altre iniziative come IBNIZ. Nato nell'ambiente dei democoder si presenta ammiccando ai nostalgici dell'home computing anni '80 ma mi sembra che abbia delle potenzialità che vanno ben oltre la nostalgia.


venerdì 6 gennaio 2012

Da ascoltare d'un fiato



Astray by Horatiu Radulescu on Grooveshark

mercoledì 4 gennaio 2012

Sordi al Suono

Scrivo questo post con un pizzico di emozione perché il video che vi propongo mi ha fatto venir fuori una serie di considerazioni sotto forma di emozioni più che di ragionamenti ben connessi. Non si tratta di una cattolica commozione per la disabilità ma di una commozione per me stesso. L'incontro con il suono, così come lo ha concepito Cage è una strada per riconciliarsi, per lasciar perdere il superfluo e ritrovare l'essenziale. E' una rinuncia al Se per ritrovarsi. Il lavoro di Christine Sun Kim mi da esattamente questa sensazione: la voglia di scoprire una parte di se sepolta sotto una disabilità. D'altra parte (e questo forse è un po cattolico) quanti di noi hanno voglia di riscoprire questa parte di se pur non dovendo superare una barriera fisica? L'impressione è che la sordità sia un male non dipendente da disturbi fisici. Molti - direi troppi - sono sordi al suono pur sentendoci benissimo. Essere sordi al suono significa non rinunciare a qualcosa di se, significa essere sordi agli altri. Significa essere sordi al grido di dolore di altri uomini.



Todd Selby x Christine Sun Kim on Nowness.com.

lunedì 2 gennaio 2012

Scientists scan damaged audio discs, resurrect fresh beats -- Engadget

Scientists scan damaged audio discs, resurrect fresh beats -- Engadge